Linguaggi di formattazione e di programmazione

Perché è importante conoscere i linguaggi di formattazione e di programmazione?

Internet ormai è il centro del mondo. Tutto ruota attorno ad esso. Basta pensare al fatto che quotidianamente, tramite smartphone o tablet, ci colleghiamo alla rete più volte al giorno. Conoscere questi i linguaggi di formattazione e di programmazione apre molte strade lavorative, e non solo per curare le proprie pagine web. Ogni settore, seppur in maniera differente, si appoggia alla tecnologia per lo svolgimento del lavoro.

creazione sito

E’ vero che ormai esistono tool che permettono di creare sulla rete qualsiasi cosa pur non conoscendo una riga di codice. Ma è altrettanto vero che le pagine web che ne escono fuori sono omologate le une alle altre. E in un mondo selvaggio come quello della rete, l’unico modo per avere visibilità è distinguersi. Tocca adesso ad ognuno di noi ritagliarsi un posticino. E per farlo, serve originalità. Ma procediamo con ordine.

Differenza tra linguaggi di formattazione e di programmazione

Ci addentriamo in un argomento basilare, ma non sempre chiaro a tutti: la distinzione tra linguaggi di programmazione e linguaggi di formattazione.

codice html 5

Spesso le due categorie vengono confuse, ma in realtà le differenze di natura e di funzioni sono notevoli. Per intenderci, il linguaggio di formattazione (detto anche “di markup”) serve per indicare stile e formattazione del documento. Il linguaggio di programmazione, invece, serve a dare delle istruzioni che il computer deve eseguire, a fornire le indicazioni per risolvere un problema.
Per chi si addentra per la prima volta nel mondo del web development, potrebbero rappresentare dei concetti complicati. Vediamo di chiarirne insieme le differenze principali.

Linguaggio di formattazione

Il linguaggio di markup consiste in una serie di “segni” che vengono utilizzati per consentire ad un computer di comprenderlo meglio. Se questi “segni” venissero rimossi, il contenuto del documento verrà visualizzato come testo normale senza funzioni di formattazione o ipertesto. Si utilizzano i linguaggi di markup nel web design per la grafica e la creazione di interfacce grafiche. Un altro campo in cui si utilizza il markup è la correzione di bozze.

I linguaggi di formattazione sono diversi, i più comuni sono HTML, XML e XHTML. Ognuno di essi ha una caratteristica particolare, ma di fatto i linguaggi si assomigliano tra di loro. Ciò rende la memorizzazione più semplice, perché una volta appresi i fondamenti di uno, imparare gli altri sarà automatico.

HTML

La tipologia di linguaggio markup più popolare è senza dubbio HTML, abbreviazione di Hypertext Markup Language. Esso costituisce di solito il primo passo, quello con cui i web designer cominciano il loro percorso.
Vero è che oggi esistono un miriade di varietà di differenti linguaggi di formattazione, ma HTML non sembra assolutamente voler cedere il suo primato.

web agency

Esso determina gli aspetti del testo e degli elementi multimediali  di una pagina web. Inoltre consente di inserire link ipertestuali e creare documenti interattivi grazie all’uso dei tag.
Spesso il linguaggio HTML viene integrato con il CSS (Cascading Style Sheets). Gli elementi CSS interagiscono con quelli HTML, integrandoli e completandoli. Mentre l’HTML viene utilizzato per strutturare un documento Web, definendo titoli e paragrafi, i file CSS specificano lo stile di tale documento come, ad esempio, layout di pagina, colori e caratteri.

Linguaggio di programmazione

Il linguaggio di programmazione, a differenza del linguaggio di formattazione, è utilizzato per fornire le istruzioni al computer su come eseguire un determinato algoritmo. La sequenza di istruzioni non è altro che il software grazie al quale il computer riesce a elaborare un file.

Ne esistono due tipologie, a seconda del metodo usato per tradurre le istruzioni in linguaggio macchina:

  • Interpretati: le istruzioni sono eseguite direttamente tramite la lettura del codice sorgente da parte di un software interprete;
  • Compilati: eseguibile solo dopo la decodifica del codice sorgente in linguaggio macchina.

Il linguaggio di programmazione più diffuso ad oggi è Java. La sua posizione di prestigio in classifica è accreditata dal fatto che Java è cruciale per lo sviluppo delle applicazioni Android e per molti software di business.
Sul web fanno da padrone Php e Asp per rendere i siti web dinamici.

Dove imparare i linguaggi di formattazione e i linguaggi di programmazione?

Sebbene il progetto “machine learning”, volto alla creazione di macchine intelligenti capaci di interagire tra loro, abbia lo scopo di eliminare l’intervento dell’uomo per la programmazione dei computer, ad oggi la strada appare ancora lunga.  Nonostante i primi successi, quel giorno è ancora lontano. Fino ad allora la società ha bisogno di programmatori preparati.

dove imparare i linguaggi di programmazione

Alcuni percorsi di scuola superiore prevedono l’insegnamento delle nozioni principali di linguaggi informatici. Tuttavia si tratta di una conoscenza elementare, che richiede un approfondimento successivo.
Esistono corsi di laurea per i più determinati, ma anche corsi on line meno impegnativi ma comunque efficienti. Se imparassimo individualmente a programmare ciò che ci serve nella vita quotidiana, ne beneficeremmo non solo come individui, ma anche come società nel suo complesso.

Per ciò che invece richiede una preparazione maggiore, è sempre possibile rivolgersi ad esperti. Payback adv può aiutarti: visita il nostro sito creazionesitiwebcatania.it o chiama al numero 095 2862422 per ulteriori chiarimenti. Una squadra di esperti sarà disponibile ad offrirti la consulenza di cui hai bisogno.

di Sara Privitera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

whatsapp 2
messenger
telephone