Le parole chiave e la loro importanza per Google

Cosa sono le parole chiave

Con il termine “parole chiave” indichiamo quelle parole che se inserite nel motore di ricerca, ci aiutano a trovare ciò di cui abbiamo bisogno. Esse sono le coordinate di un dato argomento, grazie al quale l’utente può attraversare il mare magnum del web e raggiungere la sua meta. Che siano informazioni, prodotti, news o servizi ormai tutto è a portata di click.

La ricerca su Google è un fatto meccanico, automatico. Nel momento stesso in cui pensiamo qualcosa, tac… eccola là, subito pronta! Per intenderci, porto un esempio banale ma comune. Sono sicura che a tutti voi, almeno una volta, sarà capitato di guardare un quiz in TV e di cercare su Internet  la risposta prima ancora che venisse svelata dal conduttore. Così, come non appena sentite parlare di un nuovo smartphone in circolazione, di corsa inserite nella query marca e modello per vederne le recensioni. Questi sono solo alcuni degli esempi che testimoniano quanto ormai la vita ruoti attorno alle parole chiave!

query search engine home page PDSZKYA 1

Algoritmo di Google per trovare le parole chiave

Sappiamo bene che la quantità di informazioni disponibile sul web è davvero poderosa. Districarsi tra tutte le pagine e i siti sarebbe davvero impossibile senza i motori di ricerca. Essi sono progettati per indicizzare i contenuti grazie all’utilizzo di diversi algoritmi. Questi ultimi catalogano le informazioni tenendo conto di affidabilità, della data e, ovviamente, delle parole chiave.

E’ proprio grazie ad esse che prima vengono catalogate da Google, e poi vengono restituite in una frazione di secondo come risultati della ricerca agli utenti della rete. Per sviluppare tale sistema ci sono voluti più di cinque anni. Il lavoro è servito a migliorare in modo significativo i risultati in oltre il 30% delle ricerche in tutte le lingue.

Che sia ai fini della pubblicazione o a quelli della ricerca, l’utilizzo delle parole chiave pertinenti è di cruciale importanza. Il rispetto delle norme SEO è la chiave per un buon posizionamento.Altrimenti si rischia di cadere nell’oblio, tra le migliaia di pagine e siti web sperduti e dimenticati.

parole chiave seo search engine optimization text

Non esistono più i meta tag

I meta tag sono elementi basilari del SEO, visibili solo nel codice HTML, che descrivono il contenuto di una pagina. I meta tag più importanti sono i tag title, i meta tag description e il meta tag robots. Ormai i meta tag keywords, prima necessari per l’indicizzazione, non sono più considerati da nessun motore di ricerca.

Secondo alcuni esperti del settore, anche se ad oggi i meta tag keywords non ricoprono più la stessa importanza del passato, mantengono ancora una parte importante del codice HTML. Ma la verità è che ormai i motori di ricerca sono diventati più intelligenti nel leggere le pagine web. Così come i suoi competitor, Google riesce ad estrapolare le parole chiave e ad indicizzare il contenuto in tempo reale anche senza il ricorso ai meta tag keywords.

Come trovare le parole chiave

Nel momento in cui si realizza un contenuto da pubblicare, la scelta delle  parole chiave è fondamentale. Da essa dipende l’indicizzazione del sito e, di conseguenza, il ritorno in termini economici. Pertanto non si possono stabilire le parole chiave a casaccio, ma è opportuno scegliere quelle che non solo rappresentano meglio il contenuto, ma abbiano una maggiore possibilità di catturare il traffico di qualità.

Mi spiego meglio: una parola breve, generica ha un volume di ricerca molto alto. Questo significa però che ha una maggiore concorrenza e, quindi, sarà più difficile ottenere una posizione favorevole nei motori di ricerca. Se invece utilizziamo delle parole chiave lunghe, 4 o 5 parole, dal volume di ricerca più basso, sarà più facile emergere e guadagnare una buona posizione nel motore di ricerca.

Una volta scelta la parola chiave che fa al caso nostro, è importante monitorarne l’andamento. Vediamo insieme come.

Strumenti per monitorarle

Esistono dei tool che aiutano non solo nella ricerca, ma anche nel monitorare l’andamento della parola chiave. Tra questi possiamo nominarne alcuni, i più gettonati: Google Ads, Seo zoom e Search console. Grazie ad essi non solo è possibile ricevere un aiuto nella creazione di nuove parole chiave, ma si possono visualizzare i volumi di ricerca e fare delle previsioni sull’andamento dei costi e dei click.

Il costo della pubblicità on line, infatti, non ha un costo fisso, come avviene in televisione. Ma viene calcolato in base alle visualizzazioni: in pratica la pubblicità si calcola ad ogni click. La colonna dell’offerta offre una stima di quanto verrebbe a costare inserire un’inserzione in un articolo quotato con quella determinata parola chiave. Oltre a questi parametri, è possibile aggiungere ulteriori filtri di ricerca, come la media delle ricerche mensili.

monitoraggio andamento

Chiamaci per una consulenza!

Questi strumenti di pianificazione offrono così un valido aiuto a chiunque voglia affacciarsi nel web marketing, suggerendo parole chiave efficaci in relazione al budget. Devo dire che, d’impatto, le schermate di questi tool possono creare confusione: si tratta di colonne piene di combinazioni di parole chiave e numeri. Ma questo non deve scoraggiarvi, Pay back può aiutarvi! La nostra azienda, leader nel settore da oltre dieci anni, accompagna i suoi clienti nella definizione di una campagna pubblicitaria di successo, grazie anche alla definizione del target. Una squadra di esperti sarà pronta a fornire assistenza e consulenza, in relazione alle vostre esigenze. Per qualsiasi informazione o chiarimento chiama il numero 0952862422 o visita il sito creazionisitiwebcatania.it.

di Sara Privitera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

whatsapp 2
messenger
telephone